Dipendenze

Una lunga esperienza e un profondo coinvolgimento caratterizzano l’impegno del Gruppo nel trattamento della tossicodipendenza e dell’uso di sostanze stupefacenti

Minori

Un articolato sistema di servizi educativi per l’infanzia e l’adolescenza lavora per la prevenzione e per il recupero del disagio fisico, psicologico e sociale di bambini e ragazzi

Disturbi Alimentari

Un approccio olistico, centrato sulla RIabilitazione Psiconutrizionale Progressiva (RPP) caratterizza l'intervento nel campo dei disturbi alimentari per minori e maggiorenni.

Assistenza

Il gruppo offre un insieme di servizi socio assistenziali rivolti alle persone con problemi di emarginazione, disagio e sofferenza. Con particolare attenzione alla condizione femminile, il disagio psichico e l'HIV

Formare Prevenire

I Centri studio garantiscono formazione e aggiornamento nell’ambito socioeducativo e assistenziale, offrendo qualificata attività di prevenzione soprattutto in ambito scolastico, documentazione e progettazione

Istituto G. Toniolo

L'Istituto Superiore di Scienze dell'Educazione e della Formazione "Giuseppe Toniolo", affiliato alla Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "Auxilium", offre il corso di laurea triennale per Educatori Sociali. 

 

La Fondazione CEIS ONLUS con l'AUSL e l'Azienda Ospedaliera di Parma presentano il

3° Convegno "In Volo"

(www.involodca.it)

Curare e Prendersi Cura tra livelli di assistenza e partecipazione: nuovi scenari d'intervento nei DCA. 



logoconvegno2017Il convegno si terrà a Parma il 19 ottobre, presso l’auditorium Colser-Auroradomus in via Giorgio Sonnino Sidney 33/a,  in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Disturbi Alimentari e l'associazione di volontariato ed ex utenti sulleALIdelleMENTI. Il convegno è inserito nella rassegna “La salute della salute mentale” 2017 dell’AUSL di Parma.

Di Padre Giovanni Mengoli S.C.J.
Presidente Consorzio Gruppo CEIS

migranti
In occasione della Giornata internazionale dei rifugiati indetta dalle Nazioni Unite per il 20 GIUGNO vogliamo fare un attimo il punto sul progetto che il CEIS ha deciso di avviare da Aprile di quest’anno, allargando anche agli adulti l’accoglienza che fino ad oggi riservava solo ai minori stranieri non accompagnati. Abbiamo chiesto a padre Giovanni Mengoli presidente del Consorzio Gruppo CEIS di raccontarci quale è la Vision del nostro lavoro coi richiedenti asilo.
“L'impegno del CEIS nell'accoglienza dei migranti adulti si accompagna anche all'ambizione di poter offrire un modello di accoglienza che aiuti ad uscire dall'emergenza che il nostro paese sta vivendo. Sappiamo che non sarà facile dato che la pressione quotidiana degli sbarchi impone ai gestori, e quindi anche al CEIS, di individuare sempre nuovi posti e non lascia tanto spazio per progettare qualcosa di differente, ma vogliamo ugualmente provarci!