“Màt – Settimana della Salute Mentale”: tante le iniziative targate CEIS

 

Stili di vita, agricoltura solidale, benessere, sport, cultura, tutela della salute nei consumatori di sostanze, percorsi riabilitativi. Sono questi i temi qualificanti delle manifestazioni che vedranno comunità e operatori del Gruppo CEIS protagonisti a “Màt – Settimana della Salute Mentale”, in programma a Modena dal 19 al 26 ottobre.

La manifestazione, promossa dal Dipartimento di salute mentale e dipendenze patologiche dell’AUSL dal 2011, prevede una settimana di dibattiti, conferenze, eventi sportivi e culturali in diverse aree di Modena e provincia, aperti a tutta la cittadinanza.

Obiettivo: sensibilizzare il territorio sui temi della salute mentale e ad implementare la lotta al pregiudizio e allo stigma che gravano su chi soffre di disagio psichico.

L’evento si svolge sulla base di un percorso di progettazione partecipata, in collaborazione con le associazioni locali, e vede il coinvolgimento di partner istituzionali e di un’ampia rete di utenti, familiari, operatori dei servizi di salute mentale, di volontariato e privato sociale ed imprenditoriale, della scuola, delle università e delle fondazioni.

 

 

QUESTE LE INIZIATIVE A CURA O CON LA PARTECIPAZIONE DI CEIS

 

 

20 ottobre| “Strani ma sani stili vita: agricoltura solidale, cucina, arte, benessere”

Residenza La Barca, Strada Borelle 176, Cognento - Ore 15.00

Open day a cura di Gruppo CEIS – RSR La Barca, Cooperativa Sociale Piccola Città, in collaborazione con CSM di Pavullo, Associazione Trame 2.0 e L’erbalonga. Laboratorio partecipato di cucina aperto alla cittadinanza. Le ricette rispettano la cucina stagionale e la produzione locale del territorio modenese, che ospita il progetto di rete commerciale “Faber coltivazioni biologiche, stagionali e km 0” e progetti di agricoltura sociale. Alle 18 con “Assaggi di felicità” sarà presentato il risultato del laboratorio teatrale di Greta Scaglioni in cui la performance, attraverso il gioco del teatro, trasforma parole, gesti e immagini in piccoli semi di felicità. Alle 19 sarà servito il buffet preparato al pomeriggio: verdure, frutta, dolci, acque aromatizzate e pane fatto in casa.

-> scarica la locandina

 

21 ottobre | “Strani ma sani stili di vita: convegno e attività sportive “

Hangar di Pavullo nel Frignano - Ore 9.30/14.00 (In caso di maltempo le attività fisiche si svolgeranno presso la Galleria del Centro Commerciale Campanella)

A cura di SMA Pavullo, Uisp, Gruppo CEIS – RSR La Barca, Trame 2.0. Convegno su alimentazione e corretti stili di vita, con particolare attenzione al coinvolgimento degli assistiti del CSM e dei loro familiari. L’obiettivo è quello di sottolineare l’importanza della promozione dei sani stili di vita. Coerenza e buon esempio rappresentano la parola chiave di questo percorso. Relatori: Enrico Tedeschini, Alberto Tripodi, Gustavo Savino, Andrea Abate, Christian Storti, Loris Ricci, Roberta Montecchi. Al termine del convegno si svolgeranno, lungo il perimetro del campo di aviazione, una serie di attività fisiche e si potranno degustare tisane e snack naturali

 

23 ottobre | “Tutela della salute nei consumatori di sostanze”

Comunità La Torre, Stradello Poli 13, Modena – Ore 8.30/18.30

Conferenza del sistema dei Servizi per le Dipendenze Patologiche della provincia di Modena. La tutela della salute delle persone con una dipendenza patologica e le strategie per prendersene cura al centro di questo incontro. Il sistema dei Servizi per le dipendenze mette a confronto esperienze e conoscenze, dalla prevenzione alla cura, in un’ottica di iniziativa e pro-azione, ed all’interno di scenari di consumo complessi e diversificati. Relatori: Franca Francia, Fabrizio Starace, Giorgia Pifferi, Massimo Bigarelli, Vanni Borghi, Elena Oliva, Marco Sirotti; modera Claudio Annovi.

 

24 ottobre “Percorsi riabilitativi residenziali tra rischio di cronicità e recovery”

La Tenda, Viale Molza angolo Viale Monte Kosica, Modena - Ore 08.30/13.30

Dibattito a cura dell’Azienda USL Modena, del CSM di Pavullo, della Casa di Cura Villa Igea, della Casa di Cura Villa Rosa-Neomesia, del Gruppo CeIS – RSR La Barca. Nel 2019 gli operatori delle diverse residenze attive nel territorio hanno avviato un confronto comune sul significato dei percorsi residenziali con particolare attenzione alle varie fasi (proposta, progettazione, valutazione e dimissione) e alle modalità di raccordo con i vari servizi coinvolti e la comunità. Nel corso dell’iniziativa verranno presentate da autorevoli esperti le più recenti acquisizioni in tema di recovery, nonché diverse esperienze nazionali e locali. Sarà dato spazio anche alle esperienze di utenti e familiari. Relatori: Antonio Maone, Stefania Borghetti, Pina Caloro, Valeria Musiani, Cristiano Gazzani, Stefano Carafoli.

 

26 ottobre “Pedalér da Màt”

Partenza dalla Comunità La Torre, arrivo a Lo Spazio Nuovo, Modena - Ore 10.30-14.00

A cura di Comunità La TorreCasa Mimosa e Cooperativa Aliante. Pedalata non competitiva di chiusura della Settimana della Salute Mentale, giunta alla terza edizione. Il ritrovo è previsto alle ore 10.30 presso la Comunità La Torre in Stradello Poli, 13 (Modena), con un caffè di benvenuto. Si partirà alle ore 11.30 per affrontare un percorso sicuro di 6 km, adatto ad adulti e bambini, il quale culminerà presso la sede dello Spazio Nuovo, dove la Cooperativa Aliante attenderà i partecipanti della pedalata con un coinvolgente “pasta party”. I partecipanti della pedalata dovranno essere muniti della propria bicicletta.

-> scarica la locandina
-> segui l'evento su facebook

 

26 ottobre “E dunque io guerro. Variazioni sull’Invincibilità”

Teatro Troisi, Via delle Rimembranze 8, Nonantola – Ore 21.00

A cura di Comunità Terapeutica “Casa San Matteo” e Gruppo CEIS. Lo spettacolo teatrale è il risultato del laboratorio condotto da Francesca Iacoviello, che si occupa anche della regia. Il testo nasce da un lavoro corale in cui sono coinvolti operatori e ospiti della struttura che settimanalmente si sperimentano all’interno del laboratorio attraverso le tecniche teatrali. L’espressione di sé che scaturisce dai “movimenti emotivi” generati dalla teatro-terapia diventa elemento terapeutico di notevole importanza all’interno del percorso terapeutico.