Ambito: Minori
Sede: Modena

Comunità educativa per ragazze ad alta intensità educativa
Ospita minori in situazioni di disagio o per inadeguatezza genitoriale, in particolare ragazze con disturbi psicopatologici o che hanno subito abusi, maltrattamenti e violenze

La coccinellaAl momento dell’invio delle ragazze, insieme ai servizi sociali, vengono concordati gli obiettivi dei progetti educativi, che vengono poi verificati periodicamente ed eventualmente modificati durante il percorso. Per affrontare le problematiche personali e familiari ci si avvale, quando possibile, dei rapporti con le famiglie d’origine, in accordo con i Servizi sociali territoriali.

Gli educatori partecipano attivamente al progetto educativo e ognuno è tutor di una o più ospiti della struttura. Particolare attenzione viene dedicata al sostegno delle ragazze per la rielaborazione dei vissuti traumatici della loro storia di vita, al percorso scolastico e alla partecipazione ad attività sportive o ricreative presenti sul territorio. Sono inoltre previsti gruppi serali a cadenza quindicinale con l’obiettivo di condividere sia le proprie esperienze precedenti sia quelle relative alla vita comunitaria. La supervisione sui casi e sulle dinamiche relazionali è condotta da uno psicologo esperto di comunità e da un neuropsichiatra.

CARTA DEI SERVIZI SCARICABILE QUI

Indirizzo:
via Toniolo, 125
Modena

Contatti:
Telefono: 059/315331
Fax: 059/315353
E- mail: coccinella@gruppoceis.org

Giorni e orari d’apertura:
24 ore su 24

Utenza:
femminile, di età compresa tra i 12 e i 18 anni

Numero di posti:
10+2

Condizioni di ingresso:
richiesta di ingresso proveniente dagli enti pubblici preposti

Collaborazioni attive:
Servizi sociali territoriali, Centro territoriale per l’alfabetizzazione, Centro sportivo italiano (Csi), Servizio sociale minori del Ministero della Giustizia, Neuropsichiatria infantile, Consultorio famigliare, Residenza a Trattamento Intensivo "Il Nespolo".

Servizi disponibili:
sostegno scolastico mediante la collaborazione di insegnanti volontari, laboratorio artistico motivazionale, attivazione di borse lavoro, attività ricreative e sportive. È possibile attivare un percorso di sostegno alle famiglie di origine delle ospiti e partecipare al gruppo di auto aiuto per genitori.